LA LINGUA COREANA: 10 PARTICOLARITÀ

L’hallyu (l’onda coreana) è inarrestabile nel nostro paese. I fan di musica, cinema, serie TV, cucina e cultura coreana aumentano ogni giorno in Italia. E cresce in modo esponenziale anche l’interesse per la lingua coreana: molte persone si iscrivono a corsi di coreano (soprattutto online, nell’ultimo periodo) per riuscire a comprendere senza bisogno di sottotitoli e traduzioni i testi delle canzoni dei propri idoli k-pop e i dialoghi dei k-drama preferiti.

Ma com’è il coreano? È difficile da imparare? Scopriamo insieme questa lingua affascinante!

Ecco 10 curiosità sulla lingua coreana e sul suo alfabeto, l’hangul!

1. Che tipo di lingua è il coreano?

Il coreano è una lingua fonetica: a ogni lettera corrisponde un suono. Le parole sono composte da blocchi di sillabe individuali e si leggono da sinistra verso destra, dall’alto verso il basso. La lingua coreana ha un proprio alfabeto e un proprio sistema di scrittura.

2. Chi ha inventato l’alfabeto coreano?

Fino alla meta del XV secolo in Corea si parlava il coreano ma si usavano gli ideogrammi cinesi per scrivere e leggere, e a conoscerli erano in pochi perché presupponevano un livello di istruzione molto alto. 

L’invenzione dell’alfabeto coreano, hangul o hangeul (한글), risale al 1443 per volere del re Sejong, chiamato “Il grande” (세종대왕, Sejong-dae-wang), per permettere al popolo coreano di leggere e scrivere con un sistema di scrittura facile da utilizzare.

Il re Sejong “il grande”, promotore dell’invenzione dell’hangul, l’alfabeto coreano

In Corea del Nord l’alfabeto coreano è chiamato chosongul (조선글).

3. Vocali e filosofia

L’alfabeto coreano è composto da 19 consonanti e 21 vocali. 

Le forme delle vocali di base rappresentano i 3 elementi principali dell’universo: il cielo, la terra e l’essere umano. La prima forma ‘●’ rappresenta il cielo, la seconda ‘ㅡ’ la terra e la terza ‘ㅣ’ l’essere umano, che sta sulla terra sotto al cielo. In molte filosofie orientali cielo, terra ed essere umano sono considerati gli elementi fondamentali dell’universo.  

Le forme delle consonanti invece imitano le forme della bocca e delle labbra quando vengono pronunciate. 

4. È difficile imparare il coreano?

Imparare a leggere l’alfabeto coreano è relativamente semplice: con un po’ di impegno in un paio d’ore è possibile. Padroneggiare la grammatica è tutto un altro discorso… ma non è impossibile 🙂

5. Quante persone parlano coreano nel mondo?

Quasi 80 milioni di persone parlano coreano nel mondo: è la lingua ufficiale della Corea del Sud e del Nord, oltre che della regione cinese dello Yanbian.

Al di fuori della penisola coreana, le città con il maggiore numero di coreani nel mondo sono: Beijing, Los Angeles, New York, Tokyo, Osaka, Atlanta e Sydney. 

Stati Uniti, Cina e Giappone sono invece i paesi con il maggiore numero di persone che parlano il coreano. Molti coreani abitano inoltre in Canada, Uzbekistan, Vietnam, Russia, Australia e Kazakhstan. 

Nelle grandi città i cartelli sono spesso scritti anche in inglese, ma conoscere un po’ di coreano per orientarsi meglio in Corea del Sud non è una cattiva idea… soprattutto se si visitano città più piccole!

6. In Corea del Nord e del Sud si parla la stessa lingua?

Sì, il coreano è la lingua ufficiale sia della Corea del Nord che della Corea del Sud. Dialetti a parte!

7. Esistono dei dialetti coreani?

Sì, i dialetti coreani sono nove! Oltre al dialetto di Seoul ce ne sono altri cinque in Corea del Sud; in Corea del Nord sono tre, compreso quello di Pyeongyang. Il dialetto dell’isola di Jeju è quello che si discosta maggiormente dalla lingua ufficiale. 

La separazione delle due parti della penisola durante la Guerra di Corea ha portato allo sviluppo di dialetti molto differenti, influenzati dagli altri paesi coinvolti nel conflitto. In Corea del Nord si nota l’influenza del russo, mentre nella parte Sud del paese dell’inglese. 

8. A quali lingue assomiglia il coreano?

La lingua coreana presenta alcune similitudini con il giapponese e con il cinese: grammatica e sintassi sono simili al giapponese, mentre molte parole coreane hanno origini cinesi. Il sistema di scrittura coreano usa anche dei caratteri di origine cinese, chiamati hanja (한자). Il coreano non è però una lingua tonale come il cinese. 

9. Quando si festeggia l’alfabeto coreano?

In Corea del Sud il giorno dell’hangul è il 9 ottobre, mentre in Corea del Nord il chosongul è il 15 gennaio.

10. Esistono diverse forme di cortesia in coreano?

I livelli di cortesia in coreano sono importantissimi! Servono per dimostrare la relazione tra chi parla e il proprio interlocutore oppure tra chi parla e la persona a cui fa riferimento. 

Articoli consigliati